Segni sui citofoni prima di un furto. Cosa c’è di vero e cosa no.

Segni sui citofoni prima di un furto. Bufala o realtà?

La leggenda metropolitana dei segni che gli zingari lascerebbero sui citofoni, prima di svaligiare le case, ritorna ripetutamente ogni anno: è una bufala? C’è qualcosa di vero?

In primo luogo ciò che è reale è sicuramente la paura generale che questo genere di notizie genera in tutti i cittadini, siano essi anziani, adulti o famiglie preoccupate per la loro casa, ma soprattutto per l’incolumità dei propri figli.

Secondo alcune testimonianze raccolte anche attraverso il web, queste notizie si propagavano già via fax negli anni novanta, come ora si diffondono via Whatsapp o altri Social Network, per altri nasce nella periferia milanese, segnalata da alcune guardie giurate sempre a metà anni novanta, secondo altri da prima ancora, negli anni settanta, o ancora prima. Come funzionano tutte le versioni alla fine?

 

 

Per riassumere ci sarebbe un codice che gli zingari utilizzano per classificare le nostre abitazioni, basato su alcuni segni incisi sui citofoni, per poi ovviamente svaligiarle nel momento migliore.

E la Polizia, i Carabinieri, che dicono? Quella dei segni degli zingari sui citofoni è una storia sulla quale le forze dell’ordine hanno un atteggiamento ambiguo. Qualcuno dice che non c’è nessun nesso tra segni sui citofoni e furti, mentre qualcuno, pur smentendo l’esistenza di un catalogo decifrato di simboli utilizzato dai topi d’appartamento, sembra stare più sul filone del “non è vero, ma ci credo“, forse anche per tenere sul chi vive i cittadini.

Di seguito la risposta citata in un newsgroup da un utente che ha contattato l’Ufficio Relazioni con il Pubblico dell’Arma dei Carabinieri:

“Premesso che non esiste un “catalogo” di simboli che aiutino a comprendere le intenzioni di persone che si apprestano a compiere furti in appartamenti o altre azioni criminali è tuttavia plausibile che malintenzionati vari utilizzino segni in codice (solo a loro noti) per passarsi informazioni a loro utili per compiere azioni criminose. Le consigliamo di attuare le normali misure precauzionali e segnalare alla locale Stazione Carabinieri eventuali “movimenti” anomali che dovesse notare nei pressi della sua abitazione“.

Anche i militari dell’Arma pur non confermando la veridicità della corrispondenza tra i simboli e il significato che leggiamo direttamente sul nostro cellulare dalle foto che ogni giorno ci arrivano da Whatsapp o visualizziamo sui post di Facebook, afferma la necessità di considerare normale prendere misure precauzionali quando si tratta della propria sicurezza.

Questo il campo di esperienza Global Security, da decenni il top degli Impianti d’Allarme e Antifurto, e che insieme a LSecurity rappresenta anche il top della tecnologia per i sistemi di Videosorveglianza direttamente sul tuo cellulare.
Se state considerando l’idea di installare un sistema di sicurezza per proteggere la vostra casa o il vostro luogo di lavoro, il nostro consiglio è di non aspettare di determinare la presenza o la veridicità di segni e simboli, ma pensare alla vostra sicurezza prima di tutto il resto. Non esitate a contattare il nostro numero verde 800.661.521 (oppure scriveteci direttamente da qui ) per prenotare la visita di un nostro consulente che gratuitamente verrà a casa vostra ad illustrarvi tutte le possibilità Global Security – LSecurity Sicurezza 4.0

SHARE