Videosorveglianza: 8 italiani su 10 vogliono sentirsi sicuri

Cresce la richiesta di videosorveglianza per la propria casa: secondo una ricerca recente 8 italiani su 10 la vogliono. Ma come sceglierla?
Qual è la soluzione migliore? L’indagine conferma che la richiesta di telecamere di videosorveglianza domestica è in costante crescita. Sempre più italiani sentono la necessità di proteggere la propria casa con tecnologie all’avanguardia che controllino l’ambiente in qualsiasi istante. Ma quale soluzione è la più efficace al giorno d’oggi? Scopriamolo.

Gli italiani vogliono la videosorveglianza

Ci sentiamo del tutto sicuri quando lasciamo la casa per giorni, magari per una vacanza? I furti domestici non accennano a diminuire e, solo nell’ultimo anno, si sono registrati oltre 230 mila incursioni in proprietà private. Un numero che ha sensibilizzato le famiglie: secondo l’indagine sono in crescita gli italiani che scelgono di installare le telecamere di videosorveglianza.

L’aumento delle richieste si verifica soprattutto in estate e la cosa non sorprende: per i malintenzionati è più facile agire quando le città si svuotano per le ferie e le abitazioni sono più vulnerabili. Oltre il 79% dei nostri connazionali ha dichiarato di volere le telecamere per la videosorveglianza nelle proprie case. La maggior parte degli intervistati ha figli sotto i 18 anni e vuole sapere cosa succede in casa quando non c’è nessuno. Ma non solo: cresce l’esigenza di vedere e assicurarsi in tempo reale che bimbi, ragazzi e anziani stiano bene anche quando sono tra le mura domestiche.

Analizzando invece i dati partendo dal 2014 si nota come siano aumentate del 5% le persone che si sentono più sicure con un sistema di videosorveglianza. È la possibilità di vedere le registrazioni direttamente da smartphone e tablet che accresce la percezione di sicurezza dei capi famiglia, specie durante le vacanze.

LSecurity e la sua alta tecnologia garantiscono una maggiore sicurezza casalinga.
LSecurity Sicurezza 4.0 anche per il tuo posto di lavoro

Attività commerciali: nel 2016 rubati tre miliardi di euro
Il problema dei furti non si ferma alle sole case, ma si estende anche a molte attività commerciali. La cifra è impietosa e dice molto sulla situazione odierna: l’anno scorso le perdite delle attività commerciali in furti e rapine sono state di 3,1 miliardi di euro. È chiaro quanto sia consigliabile, se non necessario, attivare un adeguato sistema d’allarme di videosorveglianza.

In tempi di crisi il lavoro è prezioso e controllare in ogni istante il proprio stabile è davvero una gran cosa, soprattutto in un periodo in cui molte attività sembrano essere sempre più esposte ad attacchi di malintenzionati.

LSecurity
App e alta tecnologia: gli alleati della sicurezza domestica

I sistemi che integrano un’App (per scoprire l’App LSecurity Click Qui) per controllare lo stato dell’allarme e le registrazioni video rappresentano una soluzione pratica e “smart“. Infatti, a volte, la maggior preoccupazione degli incursori è proprio quella di essere identificati.

Quindi, allo scatto dell’allarme, l’addetto ha subito una visione completa di ciò che sta succedendo e di come si è verificato. Viene infatti segnalo anche che, sempre secondo la ricerca precedente, più del 70% degli intervistati esprime l’esigenza di avere un servizio di S.O.S che permetta l’invio immediato di soccorsi in caso di emergenza.

I Clienti LSecurity possono vedere in qualunque istante tutte le registrazioni in modo semplice dal proprio smartphone. Ma c’è di più: è possibile monitorare in ogni momento la propria casa e non soloattraverso tutta la qualità del servizio, l’esperienza e l’affidabilità LSecurity

SHARE